Web marketing per ristoranti: la guida definitiva

Web marketing per ristoranti: la guida definitiva

Non è facile capire quali attività di promozione online possano essere un valido investimento o un inevitabile flop per un’attività che opera nella ristorazione. Esistono decine di servizi che propongono attività diverse, apparentemente innovative e che promettono risultati in termini di nuovi clienti e di aumento del fatturato.

Ho incontrato recentemente un commerciale di un’App (di cui non farò il nome), in veste di consulente di un nostro cliente. Nelle 3 (sì, tre!!) ore di incontro, il venditore prometteva la solita cosa: sottoscrivendo l’abbonamento, il locale avrebbe avuto un’esposizione pazzesca, riempendo i tavoli anche il martedì a pranzo. Dalla nostra esperienza, purtroppo, non esiste un prodotto per cui investi X e ti ritorna matematicamente Y. Sarebbe bellissimo, ma non può essere così.

Approfondendo la proposta, infatti, sono emerse le grandi lacune del servizio che il venditore stava cercando di propinare al nostro cliente: di fatto l’App è una directory di attività di tutti i settori, che i titolari dovrebbero far scaricare ai propri clienti che riceveranno notifiche push sul proprio telefono, di tutti gli altri business che hanno sottoscritto l’offerta. In una parola: SPAM.

“l’attività innovativa” basa il core business sul fatto che chi ha installato l’App riceva delle notifiche sul telefono (1, 10, 100 al giorno non è chiaro), e grazie a queste notifiche sarebbe spinto a effettuare una prenotazione proprio al locale del nostro cliente. IMPOSSIBILE.

Oltretutto il commerciale ha millantato sui numeri dell’App: 700.000 installazioni secondo lui; 50.000 i numeri sul Play Store.

Questa pedante introduzione per portare un esempio pratico della quantità di proposte commerciali che esistono che possono soltanto far buttare via soldi a un’attività, che si ritrova a essere poi diffidente verso quelle attività di web marketing per ristoranti che possono realmente dare una mano al proprio business.

Non esistono attività di web marketing per ristoranti realmente efficaci

Sbagliato. O meglio: non esiste la bacchetta magica. E’ impossibile promettere che investendo 100, il ritorno sarà 5000. o 500. L’investimento per definizione comporta dei rischi: Si possono raggiungere i risultati sperati o addirittura superarli, ma può succedere anche di avere un ritorno (non solo di tipo economico) inferiore alle aspettative o addirittura di fallire una campagna.

Messa così investire nel web marketing per ristoranti sembra un azzardo. Sì, sembra. Ma non lo è. Esistono molti fattori che possono influire sul successo o fallimento di una campagna di web marketing nella ristorazione:

  • The content is the King: disse Bill Gates più di 20 anni fa. Ed è proprio così. Alla base di qualsiasi campagna di successo c’è sempre un contenuto di qualità. Cosa vuol dire qualità? vuol dire che dev’essere in grado di catturare l’attenzione dell’utente; a seconda del target di riferimento e del settore nel quale stiamo operando, il contenuto può essere emozionale, ironico, drammatico, comico o raffinato.
  • La campagna stessa: scegliere i canali giusti è fondamentale per non sprecare tempo (il nostro) e denaro (del cliente). Nel web marketing per ristoranti esistono alcuni ottimi canali sui quali poter concentrare gli sforzi di comunicazione: Facebook per gli over 40, Instagram per i giovanissimi, TripAdvisor e The Fork per i food travellers e i social shopper. I social influencer per chi ha grandi budget a disposizione e vuole mettere la ciliegina sulla torta.
  • L’esperienza. Sì, ultimo ma forse più importante. Sembra brutto da dire, ma è soltanto con l’esperienza che un marketer capisce quali campagne e quale “tono di voce” utilizzare, in quale momento e con quanta forza economica (budget). Sarebbe una bugia dire che tutte le campagne sono state un successo. E’ nei fallimenti che si comprendono i limiti e le potenzialità delle attività di web marketing per ristoranti. Non esistono libri accademici (che comunque abbiamo consumato!) in grado di insegnare l’esperienza.

Come investire il proprio budget pubblicitario? il mio consiglio è di non spenderlo autonomamente. La verità è che non avete l’esperienza per spenderlo nelle attività e nella misura adatta. E’ come se noi avessimo la pretesa di cucinare un piatto elaborato sperando di ottenere lo stesso risultato di uno dei vostri chef. impossibile, vero?

Affidarsi ad agenzie specializzate nel marketing per ristoranti, che hanno esperienza consolidata e dimostrabile, con casi di successo documentati, garantisce di poter affidare il proprio budget nelle mani di chi può realmente dare una mano al tuo ristorante a mettere il turbo.

Vuoi una consulenza grauita? contattaci per organizzare un colloquio telefonico!